Certificazioni Ambientali

INTRODUZIONE

L’impegno del Comune di Castiglione della Pescaia in campo ambientale è dimostrato dai numerosi premi e riconoscimenti che la nostra Amministrazione ottiene ormai da molti anni e che costituiscono oggettivi elementi di eccellenza: la “Bandiera Blu” rilasciata dalla FEE e le “Cinque Vele” di Legambiente e Touring Club sono quelli più noti al grande pubblico e si affiancano alla Certificazione ISO 14001 e alla Registrazione EMAS, a testimonianza del fatto che il nostro Comune ha scelto volontariamente di gestire al meglio le proprie attività che hanno o possono avere impatto sull’ambiente, attraverso una serie di azioni e di strumenti di gestione strettamente correlati fra loro, che perseguono l’obiettivo di tutelare l’ambiente e implicano una costante sorveglianza e misurazione delle prestazioni ambientali delle varie attività del Comune, oltreché un costante impegno nell’individuare obiettivi di miglioramento continuo e programmi finalizzati alla riduzione dell’inquinamento ambientale, nell’ottica di favorire una richiesta turistica di qualità, fondata sulla ricerca di una vacanza sana vissuta in armonia con l’ambiente circostante.

Il nostro Comune è stato infatti insignito della Bandiera Blu nel 1987 (anno di istituzione del premio), nel 1992 e consecutivamente dal 2000 al 2015, per un totale complessivo di 18 Bandiere Blu; le “Cinque Vele” di Legambiente sventolano sui nostri litorali già dal 2000, quindi ormai da 16 anni, mentre la Certificazione ambientale ISO 14001 e la Registrazione EMAS sono state ottenute e via via riconfermate rispettivamente dal 2004 e dal 2006.

In particolare, per gli “addetti ai lavori” la Registrazione EMAS rappresenta l’eccellenza dei riconoscimenti ambientali ottenuti dall’Ente, in quanto viene rilasciata da un soggetto terzo indipendente e competente in materia ambientale, ovverosia la “Sezione EMAS Italia del Comitato Ecolabel ed Ecoaudit” che fa capo a 5 Ministeri e che per le sue attività di verifica e accertamento si avvale di enti di certificazione accreditati per la validazione (nel nostro caso Bureau Veritas Italia) e per la registrazione si avvale invece dell’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), supportata per la parte tecnica dalle ARPA territorialmente competenti (Agenzie Regionali per la Protezione Ambientale).

Il Regolamento EMAS impone tra l’altro il rispetto di alcuni requisiti aggiuntivi rispetto alla norma ISO 14001, prevedendo ad esempio la diffusione delle informazioni sulle tematiche ambientali che più interessano e preoccupano il cittadino attraverso la pubblicazione e l’aggiornamento annuale della “Dichiarazione Ambientale”, un documento contenente svariati dati e informazioni sulla qualità dell’ambiente in cui viviamo, sulle prestazioni ambientali dell’Ente, sugli impegni ambientali assunti e sui risultati raggiunti grazie alle politiche portate avanti nel corso degli anni: la Dichiarazione Ambientale è quindi uno strumento di trasparenza e partecipazione attraverso il quale i cittadini possono conoscere lo stato dell’ambiente in cui vivono, ma anche quali obiettivi di miglioramento il Comune si pone e come cerca di raggiungerli. In questo continuo processo virtuoso sta il valore aggiunto della Registrazione EMAS del nostro Comune.

A testimonianza dell’impegno del Comune nel raggiungere e nel mantenere l’eccellenza nel settore della tutela ambientale e, più di recente, anche in quello sportivo, sui pennoni del Palazzo Comunale, oltre alle bandiere attestanti i riconoscimenti ambientali sopra elencati, possiamo vantare fin dal 2013 anche la presenza della “Bandiera Verde dei Pediatri” che premia le spiagge a misura di bambino e la Bandiera di “Comune Europeo dello Sport per l’anno 2014” che rappresenta per il nostro Comune un ulteriore importante riconoscimento che ha contribuito alla promozione e alla valorizzazione del nostro territorio sia a livello nazionale che internazionale.

L’Amministrazione Comunale intende mantenere nel tempo tali riconoscimenti al fine di garantire la salvaguardia e la tutela del patrimonio naturale di cui disponiamo, che rappresenta per il Comune una risorsa fondamentale sia dal punto di vista naturalistico che economico, nell’ottica di realizzare uno sviluppo sostenibile che soddisfi i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare a loro volta i propri.

LA POLITICA AMBIENTALE

La Giunta Comunale ha approvato con Delibera n. 235 del 19.09.11 la propria “Politica Ambientale” riportata in fondo alla presente pagina.

IL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE DEL COMUNE

CHE COSA È UN SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE

Un Sistema di Gestione Ambientale (di seguito SGA) è uno strumento organizzativo che una qualunque organizzazione può scegliere volontariamente di adottare per gestire al meglio le proprie attività che hanno o possono avere impatto sull’ambiente e per raggiungere obiettivi di miglioramento continuo delle proprie prestazioni ambientali. La norma internazionale UNI EN ISO 14001:2004 fornisce una serie di requisiti che il SGA deve rispettare per essere efficace ed il Regolamento europeo EMAS(1) ne fornisce ulteriori, per cui in un certo senso l’adesione volontaria ad EMAS da parte di un’organizzazione rappresenta un impegno ulteriore nel cammino verso la sostenibilità ambientale. Un cammino che il Comune di Castiglione della Pescaia ha iniziato ad intraprendere fin dal 2001 con la partecipazione al progetto denominato E.Co.Mare. (EMAS Costa Maremmana) intrapreso dalle amministrazioni comunali di Grosseto, Castiglione della Pescaia, Follonica e Scarlino con l’obiettivo di far ottenere a tutti e quattro i comuni partecipanti la Registrazione EMAS. Il nostro Comune ha quindi ottenuto sin dal 29.05.2004 la Certificazione Ambientale in base alla norma UNI EN ISO 14001:2004 e fin dal 16.03.2006 la Registrazione EMAS in base al Regolamento CE n. 761/2001 (c.d. EMAS II), successivamente abrogato e sostituito dal Regolamento CE n. 1221/2009 (c.d. EMAS III).

DESCRIZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE DEL COMUNE

Il SGA del Comune di Castiglione la Pescaia è stato concepito e sviluppato per soddisfare sia i requisiti della norma UNI EN ISO 14001 che quelli del Regolamento EMAS ed ha portato all’istituzione di una struttura organizzativa articolata su tutti i livelli, che consente al Comune di gestire le problematiche ambientali attraverso:

  • la definizione e l’aggiornamento della Politica Ambientale dell’Amministrazione Comunale, che individua le intenzioni e le direttive complessive relative alle prestazioni ambientali dell’Ente;

  • un’Analisi Ambientale Iniziale che costituisce il riferimento iniziale per individuare le attività dell’Ente che possono avere influenza sull’ambiente e valutarne gli impatti ambientali significativi sia diretti che indiretti. Su questa base è stato definito un programma di intervento costituito da una serie di obiettivi e traguardi che l’Ente si pone per assicurare il miglioramento continuo delle proprie prestazioni ambientali;

  • un’attività sistematica di aggiornamento e controllo della “normativa ambientale” che consenta di identificare e conoscere le implicazioni delle leggi e dei regolamenti, nonché di mantenere nel tempo la conformità giuridica;

  • la gestione delle attività secondo procedure gestionali e operative per garantire che le attività rilevanti dal punto di vista ambientale si svolgano nel rispetto dei requisiti della norma ISO 14001, del Regolamento EMAS e della Politica Ambientale, per il conseguimento di quanto previsto dal programma di obiettivi e traguardi ambientali;

  • interventi di sensibilizzazione e formazione del personale direttamente coinvolto nelle attività che hanno influenza sull’ambiente per stimolarne la partecipazione attiva al processo di miglioramento continuo;

  • procedure di comunicazione interna e verso l’esterno per garantire la diffusione delle informazioni tra i diversi livelli e funzioni dell’Ente, nonché un dialogo aperto con i cittadini e i soggetti esterni interessati;

  • la sorveglianza e la misurazione delle prestazioni ambientali delle attività rilevanti dal punto di vista ambientale per controllarne sistematicamente i parametri significativi, valutandone con costanza l’andamento nel tempo;

  • procedure atte a gestire eventuali non conformità rilevate, attraverso interventi immediati e se necessario azioni correttive e/o preventive pianificate;

  • periodiche verifiche ispettive interne per valutare l’efficacia delle azioni correttive adottate a seguito di eventuali non conformità rilevate, verificare il rispetto delle prescrizioni legali applicabili e controllare il grado di raggiungimento di obiettivi e traguardi ambientali;

  • periodici Riesami della Direzione, con cui l’Amministrazione Comunale verifica l’efficacia e l’adeguatezza del SGA per garantire il miglioramento continuo delle proprie prestazioni ambientali;

  • verifiche ispettive annuali condotte da un Ente di Certificazione indipendente ed accreditato da organismi riconosciuti a livello europeo.

RUOLI E RESPONSABILITA’ ALL’INTERNO DEL SISTEMA DI GESTIONE AMBIENTALE DEL COMUNE

Al fine di rendere efficace il SGA, sono stati inoltre definiti i seguenti ruoli e responsabilità:

  • Alta Direzione: Giunta Municipale, avente funzioni di indirizzo, decisione, approvazione e revisione di qualsiasi parte del SGA, nonché organo competente nell’attribuire le risorse;

  • Rappresentante della Direzione: Assessore all’Ambiente, funge da coordinatore dell’Alta Direzione, oltre ad avere la responsabilità di assicurare che i requisiti del SGA siano stabiliti, mantenuti e periodicamente riferiti all’Alta Direzione dell’Ente locale;

  • Responsabile del Sistema di Gestione Ambientale: professionista incaricato che, avendo frequentato e superato un corso qualificato di formazione per “Valutatore Ambientale e Responsabile di Audit Ambientale” della durata di 40 ore, ha la funzione di gestire il SGA (attuazione e/o coordinamento delle verifiche interne, redazione, aggiornamento e/o modifica di tutta la documentazione necessaria, in collaborazione con gli uffici comunali), nonché di provvedere ad informare l’Alta Direzione, tramite il Rappresentante della Direzione, sull’andamento del SGA e delle prestazioni ambientali dell’Ente. Il Responsabile del SGA svolge le proprie attività facendo riferimento al Responsabile del Settore Ambiente e Patrimonio;

  • Ispettori Interni: lo stesso Responsabile del SGA o altri dipendenti comunali che hanno frequentato specifici corsi di formazione sui sistemi di gestione ambientale e che si recano periodicamente presso i vari uffici coinvolti nel SGA per verificare la validità e l’efficacia del sistema.

INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEGLI ASPETTI E DEGLI IMPATTI AMBIENTALI

COSA SONO GLI ASPETTI AMBIENTALI

L’individuazione degli aspetti e impatti ambientali e la valutazione della loro significatività costituisce la componente essenziale per la conduzione dell’Analisi Ambientale Iniziale. Per comprendere meglio di cosa si tratta è opportuno, innanzitutto, prendere in considerazione le definizioni di aspetto ed impatto ambientale ai sensi del Regolamento EMAS III:

  • aspetto ambientale: un elemento delle attività, dei prodotti o dei servizi di una organizzazione che ha, o può avere, un impatto sull’ambiente;

  • impatto ambientale: qualunque modifica dell’ambiente, negativa o positiva, derivante in tutto o in parte dalle attività, dai prodotti o dai servizi di un’organizzazione.

Le attività del Comune che hanno o possono avere impatto sull’ambiente, vengono dunque identificate all’interno del SGA come aspetti ambientali. Tali aspetti possono essere primariamente classificati come:

  • aspetti diretti: aspetti ambientali associati alle attività, ai prodotti e ai servizi sui quali il Comune ha un controllo di gestione diretto;

  • aspetti indiretti: aspetti ambientali che possono derivare dall’interazione del Comune con terzi e che possono essere influenzati, in misura ragionevole, dal Comune.

In pratica, mentre gli aspetti diretti sono quelli collegati ad attività e servizi che il Comune svolge direttamente e che pertanto ha sotto il proprio controllo diretto, gli aspetti indiretti sono quelli generati da attività/servizi affidati in gestione ad Enti Terzi o aspetti generati da attività di terzi che operano sul territorio. Sugli aspetti indiretti il Comune non esercita un controllo diretto, ma può esercitare un controllo parziale (ad esempio attraverso i contratti di fornitura, i propri strumenti urbanistici e regolamenti, le pratiche per il rilascio di autorizzazioni, ecc.) o solo un’influenza (con azioni di sensibilizzazione, formazione, o interventi di incentivazione).

Durante l’Analisi Ambientale Iniziale, per ciascuna attività del Comune che ha o che può avere un impatto sull’ambiente, vengono individuati gli aspetti ambientali e i possibili impatti ambientali ad essi correlati. Una volta individuati gli aspetti / impatti ambientali corrispondenti a ciascuna attività dell’Ente, occorrerà inoltre valutare quali sono gli aspetti che hanno o possono avere impatti significativi sull’ambiente.

METODO DI VALUTAZIONE DELLA SIGNIFICATIVITÀ

Il metodo adottato dal Comune di Castiglione della Pescaia per valutare la significatività di un aspetto/impatto ambientale, consiste nell’assegnare ad ogni aspetto ambientale una serie di punteggi che aumentano in proporzione a:

  1. l’esistenza di precise prescrizioni legali che regolano la gestione dell’aspetto,

  2. l’importanza che l’aspetto riveste per le parti interessate esterne, e quindi l’esistenza di numerose segnalazioni relative all’aspetto,

  3. l’importanza che l’aspetto riveste per l’Alta Direzione, e quindi la sua attinenza alla Politica Ambientale,

  4. la possibilità che l’aspetto sia collegato a situazioni incidentali e di emergenza che possono comportare danni per l’ambiente,

  5. il grado di controllo che l’Amministrazione può avere sull’aspetto ambientale.

In sostanza un aspetto ambientale risulta tanto più significativo quanto più sono stringenti le prescrizioni legali ad esso associate, quanto più l’aspetto risulta importante per la comunità locale o per la Giunta Comunale, quanto maggiore è il rischio di comportare danni all’ambiente durante la gestione dell’aspetto stesso (per i dettagli del metodo di valutazione della significatività, si rimanda alla “Procedura gestionale ISO 431 – Individuazione e valutazione della significatività degli Aspetti Ambientali e dei relativi Impatti Ambientali”). La valutazione della significatività degli aspetti viene aggiornata periodicamente, tipicamente ogni anno o comunque in occasione di cambiamenti significativi quali nuove attività, impianti, modifiche della legislazione applicabile.

I risultati dell’ultima valutazione di significatività sono riassunti nel “Documento di individuazione e valutazione degli aspetti ambientali”, riportato in fondo alla pagina, nel quale vengono evidenziati tutti gli aspetti ambientali individuati per il Comune di Castiglione della Pescaia, distinguendo tra quelli che sono risultati significativi e quelli classificati invece come non significativi.

Un volta individuati gli aspetti ambientali significativi, è necessario tenerli sotto controllo mediante modalità operative che ne garantiscono la gestione e il monitoraggio nel tempo ai fini del miglioramento continuo delle prestazioni ambientali del Comune.

Nella “Dichiarazione Ambientale”, riportata in fondo alla presente pagina, vengono analizzati nel dettaglio i vari aspetti individuati, con particolare riguardo a quelli che risultano significativi, fornendo, per ogni area tematica, i dati di monitoraggio, le indicazioni utili a descrivere lo stato dell’arte della conduzione delle varie attività e i margini di miglioramento individuati.

Al fine di evidenziare meglio la reale portata dell’impegno dell’Amministrazione per tutelare l’ambiente, si rimanda infine al “Programma di miglioramento ambientale” riportato nella parte finale della “Dichiarazione Ambientale” e meglio dettagliato negli “Allegati alla Dichiarazione Ambientale”, anch’essi riportati in fondo alla presente pagina.

1() EMAS è l’acronimo letterale anglofono per “Sistema di Ecogestione ed Audit” (dall’inglese “Environmental Management and Audit Scheme”).

Certificato di Registrazione EMAS_IT-000466_valido fino al 05.05.2018

Download 141.32 KB 37 downloads
Data Pubblicazione: 30 marzo 2016

Politica Ambientale approvata con DEL. G.C. n. 235 del 19.09.2011.pdf

Download 4.70 MB 17 downloads
Data Pubblicazione: 1 dicembre 2016

Verbale aprile 2016.pdf

Download 109.47 KB 30 downloads
Data Pubblicazione: 10 agosto 2016

Verbale MAGGIO 2016.pdf

Download 108.93 KB 21 downloads
Data Pubblicazione: 10 agosto 2016

verbale GIUGNO 2016.pdf

Download 109.52 KB 28 downloads
Data Pubblicazione: 10 agosto 2016

VERBALE LUGLIO 2016.pdf

Download 109.51 KB 31 downloads
Data Pubblicazione: 10 agosto 2016